Kart arrow News
KartMotoChi SiamoOfficinaNegozioUsatoNewsLinksDove SiamoContattiFotoForum
Saturday, May 21 2022   ItalianEnglish
Negozio Viterbo
Negozio Kart Viterbo
KartStore!
KartStore
GoKartUsati
go-kart usati
Scuola Kart
Scuola Kart Viterbo
Tony Kart
Tony Kart
Meteo
Meteo
Le Novit di Testa Racing
rok cup 2010
17/06/2010

Non ci sono aggettivi per descrivere il grado di emozioni che offrirà il Big Match (tanto per stare in tema calcistico) sulla pista di Viterbo, valevole per i campionati del Centro e del Lazio/Campania.
Sul bellissimo impianto laziale, già sede della Rok Cup Italia nella stagione 2008, i Rokker del Lazio/Campania scenderanno in pista per il loro penultimo round, mentre i piloti del Centro inizieranno il “girone di ritorno” disputando la quarta prova.

Per la Rok Centro la gara si incendierà con il confronto Agnoli-Gnudi, con quest’ultimo costretto ad inseguire il “conterraneo” d’Emilia Davide Agnoli. Il “Tigro” è fuggito a 27 lunghezze e recuperare non sarà facile per Gnudi.

Nella Super il duello sarà quasi platonico poiché Alessio Mordini è, di fatto, padrone del campionato, mentre Sciarra, Vanelli, Scarscelli e Pettinacci potranno soltanto ambire ad un successo parziale e sperare in qualche ribaltone clamoroso perché solo così potranno raggiungere la galoppata del campione in carica.

Nel girone del Lazio invece il campionato Mini è nelle mani di Bacchio, mentre nella Junior la situazione è quanto mai interessante con il laziale Agresta che sta controllando, non senza impegno ed esperienza, Lady Armati, Carloni ed in particolare Poli. Quest’ultimo nelle ultime gare si è dimostrato particolarmente vivace e potrebbe impensierire il leader di classifica anche se Agresta ha un vantaggio notevole da amministrare.

Nella Rok Elia dovrà vedersela anche in questo caso con De Padoanis, con il rookie Bellini, con la Lady Felici ed il redivivo Senesi, quanto mai galvanizzato dal fresco successo dell’ultimo appuntamento di Siena. Elia, dal canto suo vanta un margine di punti ed un piede tale da poter controllare gli avversari nel rush finale.
Il campionato è virtualmente chiuso nella Super Rok con Caponi a fare da imprendibile lepre, Murzilli, Cervoni, Panatta e Paci hanno masticato amaro sino ad oggi, chissà se a Viterbo…..

ROK CUP 2010
24/03/2010

A Viterbo nella prima del Centro e nella seconda del girone Lazio/Campania si registrano schieramenti pieni per Rok e Super. Caponi è il re incontrastato della Super anche se la concorrenza cresce costantemente. Cervoni, Mordini, Murzilli, Lady Scarscelli e Sciarra hanno mostrato un potenziale notevole.
Gnudi e Agnoli, due emiliani emergono su tutti nella Rok. Categoria che ha dato spettacolo sin dalle batterie ed è culminata con una finalissima che ha dato grande spettacolo.
Nella Junior Rok vince Emanuele Poli, con Arianna Armati che conserva la leadership di classifica.
La Mini Rok, al debutto nel girone, va a Marco Galietti.

ROK – In qualifica la pole la conquista Alberto Gnudi (Centro) con 54”998 seguito ad un millesimo, un batter d’occhio, da Davide Agnoli (54”999)!
La prima batteria se l’aggiudica Andrea Elia (Lazio), sull’ottimo Matteo Pertugi (Centro). La manche fa registrare la clamorosa uscita della sicura protagonista Nicole Galasso, out e, purtroppo, fuori dalla finale. la seconda batteria è del bolognese Gnudi.
In finale Gnudi Scappa subito al comando seguito da Elia, Perugi, Agnoli (Centro), De Padovanis (Lazio) e dall’ottimo Rookie Bellini (Lazio).
La battaglia si fa subito serrata e spettacolare alle spalle del leader, Agnoli cresce giro dopo giro e si libera prima di Perugi e poi di Elia. La questione diventa così un affare tutto tra i due rokker emiliani. Agnoli colma il gap dal capofila, Gnudi non perde la concentrazione, guida con determinazione portandosi a casa bottino pieno per il campionato!
Agnoli chiude a soli 3 decimi dal vincitore e lancia il guanto di sfida al rivale, il primato del centro passerà certamente dalle loro mani.
Elia incassa la vittoria del Lazio e prende il volo in classifica, approfittando dell’assenza delle rivali Galasso (Lazio) e Chiara Felici (Lazio), assente per motivi scolastici.

SUPER ROK – In qualifica Lorenzo Caponi (Lazio)  spara un 53”775, irraggiungibile per chiunque. Emiliano Cervoni(Lazio), Murzilli(Lazio), Mordini (Centro), sciarpa (Centro) e Scancelli (Centro) inseguono staccati ad oltre 4 decimi. Mordini è il primo dei piloti del centro e porta a casa i 3 punti della pole.
In prefinale il leader del girone Lazio domina con apparente facilità seguito da Cervoni e Sciarra, quest’ultimo è il primo dei Rokker del Centro.
Al via della finale si registra uno start fulminante di Cervoni, che sorprende il poleman e scappa via. La fiammata dura poco, Caponi si riprende la prima posizione e va a vincere con scioltezza.
Bellissima è la bagarre per il terzo posto assoluto tra Murzilli, Mordini e Sciarra. Il trio non si risparmia, tra staccate, scambi di posizione e giri record i tre tengono viva l’attenzione del pubblico. Sul traguardo la spunta il campione in carica Alessio Mordini, vincitore della gara riservata al girone Centro.

JUNIOR ROK (Lazio) – Alberto Agresta si porta a casa i tre punti della pole con un tempone, 55”182. In prefinale la musica non  cambia e tra sorpassi, contatti e tanto agonismo è sempre Agresta a vincere su Arianna Armati ed Emanuele Poli.
In finale è proprio Poli che trova il passo giusto, recupera sulla Armati, passa Agresta e va a vincere con tanto di best lap (55”112).

MINI ROK (Lazio) – Galietti è imprendibile nella classe dei piccoli Rokker. Sua è la pole, la prefinale e la finale.
Suschetti insegue ad una certa distanza il battistrada ed il gap appare ancora piuttosto ampio da colmare, più staccati ancora giungono Taschini e Bacchio. Per tutti la rivincita è ad Arce.

L’appuntamento sul bell’impianto di Viterbo ha regalato uno spettacolo bellissimo, con piloti competitivi, veloci e corretti; con questo livello di professionalità la corsa al successo finale, in entrambi i gironi, è da gustare gara dopo gara.
I gironi si incontreranno ancora il 30 Maggio a Siena, nel frattempo il Lazio andrà ad Arce (11 Aprile) ed il Centro a Rieti (10 Maggio).

LE OPINIONI DEI ROKKER

Alberto Gnudi– vincitore assoluto Rok
“E’ stata dura, una gara molto competitiva perché eravamo in tre, o quattro, che giravamo con gli stessi tempi. Il mezzo era perfetto, da parte mia, mi sono impegnato al massimo e non ho sbagliato niente. Ringrazio mio padre e il team di Valerio Benetti  che mi mette a disposizione il materiale.
In finale ho tirato fino all’ultimo giro, non mi sono mai girato e quindi non sapevo quanto era attaccato Agnoli. Mi sono concentrato per non commettere errori e ho cercato di spingere al massimo. Credo di aver vinto meritatamente, ho fatto la pole, ho vinto la batteria e la finale, sono in testa alla classifica di area e ho portato a casa anche il Trofeo dei Campioni del circuito di Viterbo. Direi che è andato tutto perfettamente…”

Andrea Elia – vincitore Rok girone Lazio
“Sono molto contento, poteva andare meglio rispetto agli avversari del Centro, ma…... eravamo corti di rapporti. Comunque sono soddisfatto della gara, ringrazio il team e soprattutto gli sponsor che mi permettono di correre anche quest’anno.”

Lorenzo Caponi – vincitore Super Rok
“E’ stata una giornata in cui è andato tutto bene, abbiamo trovato subito il set-up giusto. In finale ho preso subito il comando e ho amministrato fino alla fine, vincendo con un buon margine.
Gli avversari sono sempre più agguerrite, infatti già alla gara di Sarno siamo stati più compatti e in lotta. Qui a Viterbo siamo stati in tanti e tutti combattivi.”

Emanuele Poli - vincitore Junior Rok
“E’ stata dura, soprattutto ad inizio gara ho battagliato un bel po’ con Arianna Armati, poi quando l’ho passata sono riuscito a scappare ed è stato tutto più facile.
I miei avversari, Agresta e Armati, sono stati entrambi bravi….. vorrei vincere il campionato area Lazio, anche se ho una gara in meno perché non ho partecipato a Sarno, per poter partecipare alla Finale internazionale.”

TONY KART-ROK CUP 2010

Il girone del Lazio ha fatto il suo ritorno, dopo qualche anno di assenza, sul fantastico impianto di Sarno. Il tracciato Internazionale di Napoli è stato molto apprezzato dai piloti, la pista campana con i suoi lunghi rettilinei e le staccate spettacolari ha reso le gare della Rok ancor più avvincenti ed incerte.
Da incorniciare la gara di Caponi, confermatosi al top della Super Rok con una perentoria vittoria.

Autentiche protagoniste della giornata sono state le Rok in rosa Chiara Felici (Rok) e Arianna Armati (Junior Rok) dominatrici delle gare, con buona pace degli uomini.
La giornata in rosa è stata coronata dal terzo posto di Nicole Galasso nella Rok.
Tra le novità più apprezzate della stagione vi è il nuovo sistema di punteggio, apprezzato da tutti i piloti senza riserve.

Rok
La Rok ha visto Chiara Felici imporre il suo ritmo già in qualifica, la giovane Rokker ha siglato un formidabile 1'9”694 in qualifica ed è scattata dalla pole in pre-finale, andando a vincere in modo netto davanti ad una vecchia conoscenza della Rok De Padovanis, seguito da Bellini, Elia e Nicole Galasso.
In finale la storia si è ripetuta; Felici è scappata al comando, per il secondo posto, invece, si è fatto avanti Andrea Elia, più determinato che mai, risalito sino alla seconda posizione e avvicinatosi progressivamente alla leader. Al terzo posto Nicole Galasso, ha chiuso un podio molto interessante. In base a quanto visto nella prima gara il campionato si prospetta più avvincente che mai, con le donne che si propongono autorevolmente come le pretendenti al titolo di area.

Junior Rok
A dettar legge è stata, neanche a dirlo, una ragazza, Arianna Armati, che ha siglato la pole position, si è imposta in pre-finale e ha poi fatto sua anche la finale in modo nettissimo, distaccando Agresta, secondo, e Carloni, terzo.
La giovane Armati è una delle più interessanti driver del vivaio prodotto dalla Rok. Ricordiamo che la Lady Arianna Armati è stata, nel 2009, la Rookie dell’anno e non ha deluso le aspettative con questo inizio di stagione scoppiettante.

Super Rok
Anche nella Super Rok il dominatore è uno solo, Lorenzo Caponi, il laziale ha fatto sua la pole position con un ottimo 1'8”471 ed è andato a vincere in modo autorevole pre-finale e finalissima.
Alle spalle del leader, in entrambe le gare, ha chiuso Emiliano Cervoni, mentre in finalissima è stato Andrea Sciarra a completare il podio al termine di una rimonta dalla terza fila.
Il girone del Lazio dà appuntamento a tutti i suoi driver con la sfida incrociata del 21 marzo a Viterbo. Sul veloce tracciato laziale farà il suo debutto stagionale il girone Centro e sono attesi molti piloti ancora non pienamente in palla dopo il torpore invernale.

<< Start < Previous 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Results 43 - 49 of 210

Vetrina On Line
TONY KART MICRO
TONY KART MICRO
 Call for Pricing
TONY KART RACER 401 S OK
TONY KART RACER 401 S OK
 Call for Pricing
TONY KART 401 S KZ
TONY KART 401 S KZ
 Call for Pricing
TONY KART MINI NEOS
TONY KART MINI NEOS
 Call for Pricing
photoreal_125x125.jpg tmf_125x125.jpg italiankart_125x125.jpg
Kart Brands

Forum
Le Nostre Foto

 

 

 

 

Newsletter
Ricevi in mail le News di TestaRacing Kart

Name
E-mail
Subscribe
Unsubscribe